1 Immobili

Casa / Casa indipendente In Vendita

Casa / Casa indipendente in Via al Castello, Verzuolo

550.000 € Ref. 998-002-01696

A pochi km da Saluzzo, su una collina delle pendici della Val Varaita, si staglia il Castello di Verzuolo, imponente e affascinante rocca millenaria ricca di storia circondata da un parco rigoglioso di piante secolari.
Il corpo principale del complesso è suddiviso in due piani più sottotetto e cantine per un totale di 2800 mq. di superficie coperta. Al piano terra si trova il grande salone di rappresentanza con camino, che si apre sul cortile interno e verso la valle, e 4 ampie sale di cui una adibita a cucina. Uno scenografico scalone che si suddivide in due rampe curve parte dal salone e porta la 1° piano composto da 8 grandi stanze affacciate su un corridoio di disimpegno, e servizi. Il sottotetto, a cui si accede da una scala laterale, è uno spazio unico circondato da antichi camminamenti con finestre aperte sul paesaggio circostante. Nel sottosuolo si trovano due cantine. Fanno parte della proprietà anche: la Torre di Valfrigida, collegata al corpo principale da passaggi coperti, di 2 piani per 192 mq. totali con soffitti affrescati; la Torre del Leone (o Dongione) di due piani fuori terra e uno seminterrato per un ottale di 420 mq. , situata di fianco al ponte levatoio e oggi utilizzata come rimessa; la citronaia di fronte alla torre del Leone di 130 mq. ; la casa del custode (tuttora abitata) di un piano fuori terra di 65 mq. e un seminterrato di 30 mq. ; una chiesa neoclassica nel parco di 70 mq. ; le rovine di una seconda chiesa di circa 70 mq. esterna al parco. Il parco intorno alla proprietà misura circa 45.000 mq. ed è composto da vigneto, frutteto e bosco ricco piante e siepi di varie specie arboree. Il complesso è sotto la tutela della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici del Piemonte e necessita di importante ristrutturazione.

La storia del Castello
Alcuni cenni della millenaria storia del castello di Verzuolo. Nel 1377 il marchese di Saluzzo Federico II fece costruire il castello sulle rovine di un primitivo castello dell'XI secolo. I suoi successori, Tommaso, Luigi I e Luigi II di Saluzzo, ingrandirono e fortificarono il castello facendolo diventare la più imponente e solida rocca del Marchesato. Di forma quadrata rinforzato agli angoli da quattro torri, due quadrate e due più piccole rotonde, il castello era circondato da fossati. Le solide e massicce mura erano guarnite di merli ghibellini e gli spalti erano dotati di piombatoi, balestriere e argani. Un ponte levatoio, al quale si accedeva dalla piazzetta.

  • 26 Loc.
  • 2 Bagni
  • 2.800m²